La mia prima canzone: SILVERSNAKE

Silversnake Michelle my first song Sarah Kane

Un grande percussionista africano che suonava i tamburi parlanti, Alhaji Abubakari Lunna, sosteneva che la musica occidentale è percepibile ovvero si basa su sensazioni e rilascia emozioni. Al contrario i “singing drums” creano una musica “comprensibile”.

Per loro la musica parla già da sola e tutti ne comprendono il senso… il testo è superfluo, come se un pittore scrivesse un testo sopra un quadro…

In effetti , la nostra musica è emozionale e spesso non diamo un significato specifico ad una melodia… è spesso il testo che traduce l’emozione in “musica comprensibile”.

Le parole danzano sull’onda della musica.
Così il testo e la melodia fanno l’amore e nasce la Poesia.
Questa canzone nasce dopo aver saputo del suicidio di un mio amico.
Decisi di morire anche io. Ma non volevo disfarmi del corpo.
Il mio suicidio virtuale: avviene alle 4:48…l’ora che Sarah Kane definiva l’ora della Psicosi…l’orario in cui è più facile assecondare la pulsione del suicidio.
Mi perdo nell’ombra di me stessa e non mi riconosco più e voglio uccidere un essere inesistente e inconsistente per rinascere con un’essenza nuova e vera.